WHAT'S NEW?
Loading...

L'INTERNET DELLE COSE ALL'IFA 2017


Fino a pochi anni fa le due principali rassegne europee hi-tech, IFA e Mobile World Congress, si occupavano quasi esclusivamente di smartphone. Oggi il discorso è cambiato e il raggio d’azione è diventato decisamente più ampio.

La tecnologia si è ormai interessata dei vari spazi e momenti della vita quotidiana, partendo dalla casa, approdando all'ufficio per poi rivolgersi al tempo libero.

Oggi sono pochi gli istanti della giornata di ognuno privi di un dispositivo che produca dati. Dal sempre più potenziato e duttile samtphone ai vari gadget elettronici come orologi, braccialetti e, novità del 2017, auricolari che sono in grado di recepire e inviare informazioni via web, con la promessa di costruire una sfera personale smart per risparmiare di tempo e oer monitorare le attività della cosiddetta sfera del benessere.

Il ritorno degli indossabili
All’IFA di Berlino gli spunti per capire dove le aziende vogliano orientare il futuro dell’hi-tech di consumo sono molteplici. Si parte proprio dai wearable, gli indossabili che, nonostante le statistiche di vendita non proprio esaltanti, sono stati proposti in gran quantità.


A farla da padrone è ancora una volta il fitness, segmento che più di altri pare apprezzare le smartband e gli smartwatch. Ecco allora TomTom che ha annunciato l’arrivo delle app Fitness Age, Punti Fitness e Allenamenti Personalizzati per tutta la sua gamma di sportwatch e Garmin, con Vivoactive 3, Vivosport e Vivomove, quest’ultimo con un particolare sistema che trasforma la visuale a doppia lancetta classica in una digitale appena la si tocca. Anche Samsing ha rilanciato la sua gamma di orologi smart gear.

IoT per la casa
La domotica ha presentato diversi novità, alcune bizzarre, come l'ombrellone sunflower in grado di ruotare e fare ombra in relazione alla rotazione solare o come il nuovo robot pulitore della Bosch, in grado di memorizzare le piantine di diversi ambienti e quindi di poter essere utilizzato in case multipiano o portato nella seconda casa.



Grande attenzione per la lavatrice Bianca di Candy, di cui abbiamo già scritto in un precedente post, a cui si sono affiancate la lavastoviglie Samsung, comandabile a distanza attraverso un comunissimo smartphone e la prima videocamera interna per frigoriferi, la Fridgecam, in grado di leggere lo stato di conservazione dei cibi, la presenza o meno di alimenti, fino alla proposizione tramite app di ricette in base a ciò che i suo occhio elettronico vede all'interno della cella frigorifera.

Realtà virtuale sempre più abbordabile
Tra gioco e fantasia, assoluta protagonista dei padiglioni è la realtà virtuale, che Lenovo ha tradotto in un sistema interattivo in cui trasformarsi in un combattente della saga Star Wars. La voglia di VR è tanta che anche gli stessi smartphone ne sono coinvolti. Ad esempio con il Moto Z2 Force arriva il mods Camera 360, un oggetto da agganciare al cellulare per riprendere (e poi rivedere) foto e video immersivi, anche da postare su Facebook.


Asus ha proposto i nuovi visori di Mixed Reality, compatibili con il nuovo ambiente virtuale di Windows 10 e in grado di supportare una risoluzione in 3k.

Acer ha intrapreso la strada delle riprese in 3D con Holo360 e Vision360, dimostrando come fosse azzeccata la lungimiranza mostrata da Samsung due anni fa, con il lancio della prima Gear 360, oggi alla sua seconda e rinnovata edizione.

Innovazione ovunque
Andando oltre, la dimostrazione che l’innovazione abita oramai ovunque è nelle e-bike di Nilox, che uniscono design e tecnologia e nei router di Netgear e FRITZ!Box (il 6890 LTE), un tempo semplici scatolotti da piazzare in un angolo buio della casa e oggi creazioni di design degne del miglior ambiente moderno.


Chiudendo con la domotica, l’invasione degli speaker intelligenti è più che reale. Se negli USA c’è Amazon Echo a dettar legge, da noi la situazione è più caotica, viste le numerose alternative: da Panasonic a Onkyo, passando per Harman e Sony.

Ecco il video con una selezione di 100 novità presentate nel corso della rassegna berlinese.

0 commenti:

Posta un commento